Il Settore comunicazione

Il Settore Comunicazione

Il Settore comunicazione coordinato dall’Incaricato nazionale comunicazione coordina il piano redazionale delle riviste associative, sia cartacee che digitali, i cui contenuti si sviluppano in sintonia con le strategie nazionali d’intervento, gli obiettivi prioritari del livello nazionale e il programma annuale; promuove, in unità di indirizzo con il Comitato nazionale, la qualità di contenuto e di linguaggio delle riviste associative, protese alla formazione, informazione e animazione del dibattito associativo sulle tematiche riguardanti le dinamiche di crescita dei ragazzi, le potenzialità degli strumenti metodologici e la formazione permanente dei soci adulti; verifica l’andamento del “budget” delle riviste, in conformità alle previsioni di spesa risultanti dal bilancio annuale; promuove occasioni di formazione tecnica-linguistica-organizzativa per quadri; mantiene il collegamento con gli Incaricati regionali comunicazione, anche con periodici incontri, per promuovere confronto e crescita nella qualità della comunicazione; coordina la comunicazione tramite il sito web associativo e altri strumenti di comunicazione; supporta i Presidenti del Comitato nazionale e Capo Guida e Capo Scout nella comunicazione dell’identità associativa; raccoglie, coordina e gestisce le iniziative editoriali provenienti dagli Incaricati nazionali alle Branche e ai Settori e dai vari organi nazionali; propone, in accordo con il settore editoriale della Fiordaliso progetti editoriali nuovi o che hanno cadenza periodica.

I compiti del Settore comunicazione sono delineati dall’art. 35 del Regolamento.

Su mandato dei Presidenti del Comitato nazionale, in collegamento con l’area metodologica e con la Formazione capi, organizza le relazioni con le agenzie esterne di informazione e stampa e collabora con i Presidenti del Comitato nazionale nelle pubbliche relazioni: per questo si avvale del supporto dell’Ufficio stampa nazionale e di eventuali collaborazioni esterne.

Per lo svolgimento dei mandati di cui al primo comma si avvale della collaborazione: dei redattori delle riviste per soci giovani, i quali sono nominati dal Comitato nazionale, per un quadriennio, su segnalazione delle Branche. Il loro servizio è svolto in sintonia con le Branche. Essi partecipano alle riunioni di pattuglia nazionale di Branca e agli incontri con gli Incaricati regionali, al fine di armonizzare la rivista con le tematiche educative presenti nelle strategie nazionali d’intervento e negli obiettivi prioritari del livello nazionale. Elaborano il piano redazionale delle testate e favoriscono l’armonizzazione del linguaggio e della comunicazione; del redattore della rivista per soci adulti il quale, nominato per un quadriennio dal Comitato nazionale su segnalazione dell’Incaricata/o nazionale comunicazione, assicura il raccordo dei contenuti della testata con il procedere del lavoro educativo/metodologico e formativo.
L’incaricata/o nazionale al Settore comunicazione può eventualmente avvalersi di una Pattuglia nazionale per lo svolgimento dei compiti assegnati.

Per questi compiti si avvale del supporto dell’Ufficio stampa costituito in seno alla Segreteria nazionale e di eventuali collaborazioni esterne.

L’Ufficio stampa agisce con funzione di ausilio al livello nazionale e alle Regioni, tramite fornitura di materiali, consulenza, contatti con le agenzie esterne e con ogni supporto professionale in ambito di comunicazione